MOBI publitags.co ´ Dio salvi il Texas Viaggio nel futuro dell'America Kindle

“Dio salvi il Texas” è un viaggio nel più controverso degli stati americani il cuore della Trumpland che non elegge un politico democratico da oltre vent'anni Con ironia e quella familiarità a tratti aspra di chi è di casa il texano Lawrence Wright giornalista della rivista americana New Yorker e autore premiato con il Pulitzer per Le altissime torri ci racconta come è cambiato il Texas che oggi somiglia molto all'America che Donald Trump vorrebbe creare e ci fa pensare a come saranno domani non soltanto i texani ma tutti gli americani Il Texas è uno stato in cui le minoranze sono già maggioranza le città sono già liberal oltre che tra le più multiculturali degli Stati Uniti il petrolio domina e condiziona l'economia Ma è anche uno stato che si batte ad armi pari con la California in settori all'avanguardia come quello tecnologico caratterizzato da un modello economico con poche tasse e scarsa regolamentazione che ha prodotto una crescita straordinaria ma anche enormi disuguaglianze Un po' memoir un po' saggio e un po' reportage Dio salvi il Texas ci porta al centro dei dibattiti più importanti di questi anni come quello sul controllo delle armi e sul muro con il Messico senza perdere di vista i sentimenti dei texani compreso il mai sopito senso di colpa per la tragedia del 1963 quando proprio a Dallas fu ucciso John Fitzgerald Kennedy E mentre ci passano davanti volti e immagini che hanno scandito l'attualità e il nostro immaginario da Lyndon Johnson ai Bush a Beyoncé si fa strada una nuova consapevolezza ogni cosa accade prima in TexasSuperbo Questa è l'opera più personale di Wright un mix elegante di autobiografia e giornalismo libero da qualsiasi pregiudizio elitario — The New York Times Book ReviewEfficace puntuale C'è un gigante appisolato in Texas e Wright cattura la frustrazione e la speranza che riverberano nello stato ogni volta che il gigante si muove” — The Washington PostAllo stesso tempo un reportage giornalistico una lettera d'a e un memoir Wright scrive del suo stato con ardore consapevolezza e quell'ambivalenza data una familiarità molto profonda — The Wall Street JournalVivace Affezionato e geniale Cattura tutta la potenza del Texas dalla vergogna alla gloria Un manuale illuminante per gli stranieri che non vivono lì ma che hanno troppi giudizi su chi ci vive È la testimonianza delle formidabili capacità narrative di Wright e il lettore si imbatterà in una grande quantità di informazioni senza mai sentirsi perso — The New York TimesLettura essenziale per chi vuole capire come uno stato ha cambiato la traiettoria di un'intera nazione È un libro molto profondo e scritto meravigliosamente — NPRUn fuoco lento di memoir reportage e digressioni storiche Wright è un tipico narratore texano un amante degli aneddoti che passeggia e ogni tanto si ferma per indicare un'idea ma alla fine arrivi dove volevi arrivare Piacevole — The GuardianWright texano per tutta la vita sa come muoversi tra le contraddizioni dello stato dalle sue frontiere selvagge ai suoi legislatori più pazzi La sua biografia sul Texas è importante puntuale e quel che più conta accattivante — VultureLawrence Wright è un giornalista della rivista americana New Yorker e autore di importanti libri come La prigione della fede Gli anni del terrore e Le altissime torri per il quale ha vinto il Premio Pulitzer Wright è anche drammaturgo sceneggiatore cinematografico e produttore Vive ad Austin Texas“Dio salvi il Texas” è un viaggio nel più controverso degli stati americani il cuore della Trumpland che non elegge un politico democratico da oltre vent'anni Con ironia e quella familiarità a tratti aspra di chi è di casa il texano Lawrence Wright giornalista della rivista americana New Yorker e autore premiato con il Pulitzer per Le altissime torri ci racconta come è cambiato il Texas che oggi somiglia molto all'America che Donald Trump vorrebbe creare e ci fa pensare a come saranno domani non soltanto i texani ma tutti gli americani Il Texas è uno stato in cui le minoranze sono già maggioranza le città sono già liberal oltre che tra le più multiculturali degli Stati Uniti il petrolio domina e condiziona l'economia Ma è anche uno stato che si batte ad armi pari con la California in settori all'avanguardia come quello tecnologico caratterizzato da un modello economico con poche tasse e scarsa regolamentazione che ha prodotto una crescita straordinaria ma anche enormi disuguaglianze Un po' memoir un po' saggio e un po' reportage Dio salvi il Texas ci porta al centro dei dibattiti più importanti di questi anni come quello sul controllo delle armi e sul muro con il Messico senza perdere di vista i sentimenti dei texani compreso il mai sopito senso di colpa per la tragedia del 1963 quando proprio a Dallas fu ucciso John Fitzgerald Kennedy E mentre ci passano davanti volti e immagini che hanno scandito l'attualità e il nostro immaginario da Lyndon Johnson ai Bush a Beyoncé si fa strada una nuova consapevolezza ogni cosa accade prima in TexasSuperbo Questa è l'opera più personale di Wright un mix elegante di autobiografia e giornalismo libero da qualsiasi pregiudizio elitario — The New York Times Book ReviewEfficace puntuale C'è un gigante appisolato in Texas e Wright cattura la frustrazione e la speranza che riverberano nello stato ogni volta che il gigante si muove” — The Washington PostAllo stesso tempo un reportage giornalistico una lettera d'a e un memoir Wright scrive del suo stato con ardore consapevolezza e quell'ambivalenza data una familiarità molto profonda — The Wall Street JournalVivace Affezionato e geniale Cattura tutta la potenza del Texas dalla vergogna alla gloria Un manuale illuminante per gli stranieri che non vivono lì ma che hanno troppi giudizi su chi ci vive È la testimonianza delle formidabili capacità narrative di Wright e il lettore si imbatterà in una grande quantità di informazioni senza mai sentirsi perso — The New York TimesLettura essenziale per chi vuole capire come uno stato ha cambiato la traiettoria di un'intera nazione È un libro molto profondo e scritto meravigliosamente — NPRUn fuoco lento di memoir reportage e digressioni storiche Wright è un tipico narratore texano un amante degli aneddoti che passeggia e ogni tanto si ferma per indicare un'idea ma alla fine arrivi dove volevi arrivare Piacevole — The GuardianWright texano per tutta la vita sa come muoversi tra le contraddizioni dello stato dalle sue frontiere selvagge ai suoi legislatori più pazzi La sua biografia sul Texas è importante puntuale e quel che più conta accattivante — VultureLawrence Wright è un giornalista della rivista americana New Yorker e autore di importanti libri come La prigione della fede Gli anni del terrore e Le altissime torri per il quale ha vinto il Premio Pulitzer Wright è anche drammaturgo sceneggiatore cinematografico e produttore Vive ad Austin Texas“Dio salvi il Texas” è un viaggio nel più controverso degli stati americani il cuore della Trumpland che non elegge un politico democratico da oltre vent'anni Con ironia e quella familiarità a tratti aspra di chi è di casa il texano Lawrence Wright giornalista della rivista americana New Yorker e autore premiato con il Pulitzer per Le altissime torri ci racconta come è cambiato il Texas che oggi somiglia molto all'America che Donald Trump vorrebbe creare e ci fa pensare a come saranno domani non soltanto i texani ma tutti gli americani Il Texas è uno stato in cui le minoranze sono già maggioranza le città sono già liberal oltre che tra le più multiculturali degli Stati Uniti il petrolio domina e condiziona l'economia Ma è anche uno stato che si batte ad armi pari con la California in settori all'avanguardia come quello tecnologico caratterizzato da un modello economico con poche tasse e scarsa regolamentazione che ha prodotto una crescita straordinaria ma anche enormi disuguaglianze Un po' memoir un po' saggio e un po' reportage Dio salvi il Texas ci porta al centro dei dibattiti più importanti di questi anni come quello sul controllo delle armi e sul muro con il Messico senza perdere di vista i sentimenti dei texani compreso il mai sopito senso di colpa per la tragedia del 1963 quando proprio a Dallas fu ucciso John Fitzgerald Kennedy E mentre ci passano davanti volti e immagini che hanno scandito l'attualità e il nostro immaginario da Lyndon Johnson ai Bush a Beyoncé si fa strada una nuova consapevolezza ogni cosa accade prima in TexasSuperbo Questa è l'opera più personale di Wright un mix elegante di autobiografia e giornalismo libero da qualsiasi pregiudizio elitario — The New York Times Book ReviewEfficace puntuale C'è un gigante appisolato in Texas e Wright cattura la frustrazione e la speranza che riverberano nello stato ogni volta che il gigante si muove” — The Washington PostAllo stesso tempo un reportage giornalistico una lettera d'a e un memoir Wright scrive del suo stato con ardore consapevolezza e quell'ambivalenza data una familiarità molto profonda — The Wall Street JournalVivace Affezionato e geniale Cattura tutta la potenza del Texas dalla vergogna alla gloria Un manuale illuminante per gli stranieri che non vivono lì ma che hanno troppi giudizi su chi ci vive È la testimonianza delle formidabili capacità narrative di Wright e il lettore si imbatterà in una grande quantità di informazioni senza mai sentirsi perso — The New York TimesLettura essenziale per chi vuole capire come uno stato ha cambiato la traiettoria di un'intera nazione È un libro molto profondo e scritto meravigliosamente — NPRUn fuoco lento di memoir reportage e digressioni storiche Wright è un tipico narratore texano un amante degli aneddoti che passeggia e ogni tanto si ferma per indicare un'idea ma alla fine arrivi dove volevi arrivare Piacevole — The GuardianWright texano per tutta la vita sa come muoversi tra le contraddizioni dello stato dalle sue frontiere selvagge ai suoi legislatori più pazzi La sua biografia sul Texas è importante puntuale e quel che più conta accattivante — VultureLawrence Wright è un giornalista della rivista americana New Yorker e autore di importanti libri come La prigione della fede Gli anni del terrore e Le altissime torri per il quale ha vinto il Premio Pulitzer Wright è anche drammaturgo sceneggiatore cinematografico e produttore Vive ad Austin Texas


8 thoughts on “Dio salvi il Texas Viaggio nel futuro dell'America

  1. says:

    Il libro è abbastanza interessante a condizione di essere appassionati di Stati Uniti Ma anche così a volte risulta un po' noioso e leggermente ripetitivo Non paragonabile ad altri libri di Wright come Le altissime torri per fare un esempio Ottima invece la traduzione che a differenza di quelle precedenti di NR è decisamente ben fatta