PDF La Bibbia non parla di Dio Uno studio rivoluzionario Í publitags.co Í

Chi legge l'Antico Testamento con la mente disincantata e vi si avvicina con l'atteggiamento sereno che avrebbe verso qualsiasi libro scritto dall'umanità non ha alcuna difficoltà a cogliere l'evidenza dei fatti Questo libro è il risultato di anni di studio pubblicazioni e conferenze Un cammino che Mauro Biglino ha iniziato come traduttore per le Edizioni San Paolo e che lo ha portato a sviluppare una lettura alternativa dell'Antico Testamento capace di suggerire ipotesi davvero rivoluzionarie Il primo passo del suo metodo è quello del fare finta che se si fa finta che gli autori biblici abbiano voluto tramandare semplicemente fatti storici realmente accaduti se si tolgono dalla Bibbia le interpretazioni metaforiche e teologiche che dogmi e abitudini culturali le hanno attribuito e si applica una lettura laica e letterale il quadro cambia in modo radicale Ci si rende conto che la Bibbia non parla di Dio né di alcunché di divino ma di una storia tutta fisica che svela un'ipotesi dirompente sull'origine dell'essere umano sulla Terra A supporto di questa tesi l'autore porta una traduzione attenta dei testi Il Dio spirituale trascendente onnisciente e onnipotente non trova riscontro in nessuna parola presente nella lingua ebraica Porta contributi forniti spontaneamente da altri studiosiChi legge l'Antico Testamento con la mente disincantata e vi si avvicina con l'atteggiamento sereno che avrebbe verso qualsiasi libro scritto dall'umanità non ha alcuna difficoltà a cogliere l'evidenza dei fatti Questo libro è il risultato di anni di studio pubblicazioni e conferenze Un cammino che Mauro Biglino ha iniziato come traduttore per le Edizioni San Paolo e che lo ha portato a sviluppare una lettura alternativa dell'Antico Testamento capace di suggerire ipotesi davvero rivoluzionarie Il primo passo del suo metodo è quello del fare finta che se si fa finta che gli autori biblici abbiano voluto tramandare semplicemente fatti storici realmente accaduti se si tolgono dalla Bibbia le interpretazioni metaforiche e teologiche che dogmi e abitudini culturali le hanno attribuito e si applica una lettura laica e letterale il quadro cambia in modo radicale Ci si rende conto che la Bibbia non parla di Dio né di alcunché di divino ma di una storia tutta fisica che svela un'ipotesi dirompente sull'origine dell'essere umano sulla Terra A supporto di questa tesi l'autore porta una traduzione attenta dei testi Il Dio spirituale trascendente onnisciente e onnipotente non trova riscontro in nessuna parola presente nella lingua ebraica Porta contributi forniti spontaneamente da altri studiosiChi legge l'Antico Testamento con la mente disincantata e vi si avvicina con l'atteggiamento sereno che avrebbe verso qualsiasi libro scritto dall'umanità non ha alcuna difficoltà a cogliere l'evidenza dei fatti Questo libro è il risultato di anni di studio pubblicazioni e conferenze Un cammino che Mauro Biglino ha iniziato come traduttore per le Edizioni San Paolo e che lo ha portato a sviluppare una lettura alternativa dell'Antico Testamento capace di suggerire ipotesi davvero rivoluzionarie Il primo passo del suo metodo è quello del fare finta che se si fa finta che gli autori biblici abbiano voluto tramandare semplicemente fatti storici realmente accaduti se si tolgono dalla Bibbia le interpretazioni metaforiche e teologiche che dogmi e abitudini culturali le hanno attribuito e si applica una lettura laica e letterale il quadro cambia in modo radicale Ci si rende conto che la Bibbia non parla di Dio né di alcunché di divino ma di una storia tutta fisica che svela un'ipotesi dirompente sull'origine dell'essere umano sulla Terra A supporto di questa tesi l'autore porta una traduzione attenta dei testi Il Dio spirituale trascendente onnisciente e onnipotente non trova riscontro in nessuna parola presente nella lingua ebraica Porta contributi forniti spontaneamente da altri studiosi


12 thoughts on “La Bibbia non parla di Dio Uno studio rivoluzionario sull'Antico testamento

  1. says:

    Premetto che non sono credente e nemmeno ateo parto per lo più da posizioni agnostiche ma non per questo mi interesso e documento su questioni biblicheHo letto tutti i libri di Biglino a parte gli ultimi pubblicati nel 2019 Devo dire che il livello di divulgazione è molto basso l'autore inserisce alcune cose corrette ad un insieme di teorie insensate e fondate sul nulla che passa per vere e consolidateIl libro può andar bene per chi è credente e ha qualche dubbio sulla sacralità della Bibbia ma solamente come input per continuare la ricerca Consiglio ovviamente testi molto più scientifici e riconosciuti dalla comunità accademica tra i molti Oltre la Bibbia del prof Mario Liverani Le tracce di Mosè degli archeologi israeliti Finkelstein e Silberman Mito e storia nella Bibbia del prof filologo Garbini Poi non guasta qualche introduzione alla Bibbia tra le molte valide La Bibbia Un'introduzione del prof Ehrman Antico Testamento Introduzione storico letteraria a cura del prof Merlo Il mondo dell'antico testamento dei prof Davies e RogersonCi sono ovviamente molto altri testi validi Theissen Prinzivalli Rinaldi Jossa su temi particolari come la nascita dei testi neotestamentari e del movimento cristiano